Aziende e Dintorni

Fatti e persone del mondo del lavoro

Scopri di più

Perché è importante promuovere abitudini salutari in azienda.

Più produttività e meno stress

I vantaggi di una cultura d’ufficio orientata al wellness.

I programmi per favorire lo sviluppo del benessere del lavoratore sono al centro di numerosi dibattiti odierni, tanto che alcune aziende ritengono già il corporate wellness fondamentale per la propria strategia di crescita.

 

Di certo, promuovere abitudini salutari in azienda è molto importante, nell’ottica di una maggiore identificazione della persona con il proprio contesto lavorativo. Non è necessario sforzarsi di modificare troppo lo stile di vita dei singoli individui, perché la vita delle persone non finisce (almeno, non dovrebbe) tra le mura dell’ufficio. 

 

È sufficiente portare avanti con costanza un’opera di alfabetizzazione in merito ai benefici di uno stile di vita sano: chi soffre di patologie croniche (es.: depressione, diabete, patologie cardiache, ecc.) può guadagnare molto da una maggiore attenzione a piccoli gesti della quotidianità, ed è compito dell’azienda curarsi della salute dei propri dipendenti, non solo per il loro benessere, ma anche per i propri interessi.

 

La corporate wellness non deve apparire come una forzatura o un’imposizione, ma deve essere pura e semplice espressione della cultura aziendale.

 

L’importanza fondamentale di questi programmi si basa su un concetto molto semplice: l’attenzione dimostrata dall’azienda nei confronti del dipendente, in quanto persona. Maggiore sarà tale attenzione, maggiore sarà l’identificazione del dipendente con la mission, i compiti e i luoghi aziendali.

 

Questo compito sarà più facile se in azienda si dispone non di capi, ma di leader:  persone capaci di ispirare, di riconoscere i meriti dei dipendenti, motivarli e spingerli a migliorarsi. Capaci – in sintesi – di elargire riconoscimenti e gratificazioni, riconoscendo le diversità personali.

 

Ma come misurare l’efficacia di tali iniziative sulla produttività e il fatturato dell’azienda? Se da un lato è bene evitare di impostare un metro di valutazione troppo restrittivo e a breve termine, dall’altro è importante, comunque, scegliere molto bene gli indicatori da tenere d’occhio per misurare l’efficacia di quest’approccio sul lungo periodo.

 

Secondo i dati diffusi dal Top Employers Institute, i vantaggi di un ambiente di lavoro orientato al benessere sono:

 

  • Fatturato superiore del 14,1% in confronto ad aziende che non adottano una strategia avanzata di gestione delle Risorse Umane;
  • Riduzione dell’assenteismo del 25%;
  • Riduzione dello stress per i dipendenti e diminuzione del turnover del 5% su base annua;
  • Aumento della produttività.

 

Non dimentichiamo che il successo di un’azienda, il suo fatturato, i suoi numeri, sono il risultato del lavoro appassionato di persone

 

Il ROI, quando si parla di benessere, è un’identificazione piena e duratura del dipendente con un ambiente sano e gratificante, sulla base di una duratura stima e fiducia nell’organizzazione per cui lavora. 

 

A cura della redazione di MioDottore.

- -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Contattaci

I nostri consulenti ti consiglieranno le soluzioni InfoJobs più in linea con le tue esigenze.

02 83595065 02 83595065